Artificial Emotional Intelligence: la Message Machine di Persado da #shoptalk2019

Le parole contano in ogni momento, in ogni canale lungo il percorso di acquisto del cliente, ma ciò che conta più sono i cambiamenti di linguaggio a seconda del pubblico, del canale, della marca e persino del periodo dell’anno.

Per stare al passo con la concorrenza, i professionisti del marketing devono sfruttare  al meglio la profondità dei dati per capire cosa funzionerà per il loro pubblico e la sperimentazione è necessaria, per seguire il costante cambiamento nelle abitudini. Qui alcuni dati interessanti dalla piattaforma di Persado Analytics:

mostra quali emozioni, descrizioni, CTA e persino gli elementi di formattazione sono attualmente coinvolgenti, o stanno allontanando, i clienti. Fornisce anche approfondimenti specifici
per ogni canale e settore industriale, così i marketer sanno su quali leve agire in base alla loro strategia

Persado ha esaminato oltre 8,3 milioni di messaggi di marketing in quattro settori chiave (vendita al dettaglio ed e-commerce, servizi finanziari, tecnologia e viaggi e ospitalità), che ha raggiunto 2,4 miliardi di clienti in sei canali di marketing (pagine Web, social media, pubblicità display, SMS, e-mail e notifiche push).

I risultati mostrano che sottili cambiamenti nel linguaggio di marketing possono avere un impatto drammatico sull’impegno del marchio e sulle performance dei ricavi, con differenze tra i messaggi migliori e peggiori fino al 400%.

Nelle campagne retail ed e-commerce, ad esempio, alcune parole usate per descrivere prodotti, servizi, sconti e offerte aumentano il coinvolgimento più di altri:

  • I consumatori hanno maggiori probabilità di interagire con messaggi che trasmettono vagamente i prezzi dei prodotti (“prendi per meno”) rispetto ai messaggi che indicano prezzi specifici (“prendilo per $ 25”). Inoltre, usare la parola “in omaggio” anziché “gratuito” può aumentare il coinvolgimento fino al 21 percento.
  • Quando spingiamo i consumatori ad agire rapidamente, i messaggi relativi a quantità limitate (“fino a esaurimento scorte”) sono più efficaci di quelli relativi a un tempo limitato (“prima che scada”). Tuttavia, frasi come “termina oggi” possono generare fino al 49% in più di coinvolgimento rispetto a “esclusiva online”.
  • Quando si condividono promozioni con i consumatori, le offerte quantitative (“sconto”) hanno un rendimento migliore delle parole sulle offerte qualitative (“offerta”). Inoltre, l’utilizzo di percentuali (“sconto del 45%”) spinge in media il 23% in più di impegno rispetto a specifici importi in dollari (“oltre $ 100 di risparmio”).
Fonte: Twitter #shoptalk2019

Assaf Baciu, il cofondatore di Persado e SVP di Product & Engineering, ha illustrato questi risultati durante una sessione Shoptalk 2019 sull’utilizzo dell’intelligenza artificiale per comprendere le emozioni umane: i retailers possono sfruttare la tecnologia basata sui dati per generare business e connettersi con i clienti.

“In un’epoca di processi decisionali basati sui dati, l’aspettativa del marketing dei retail è un ROI positivo su ogni campagna. L’analisi di Persado dimostra il livello profondo delle intuizioni linguistiche quantitative e qualitative che i marketer devono creare con fiducia per creare campagne creative nell’ecosistema di oggi”.

Inoltre, il rapporto analizza quanto ciascuna delle dimensioni di un messaggio di marketing, tra cui emozione, descrizione, formattazione del messaggio, posizionamento e call to action, contribuisca al rendimento complessivo della campagna, nonché al modo in cui tali tendenze cambiano attraverso i canali. I risultati chiave includono:

  • La call to action è il fattore più influente che contribuisce al rendimento delle campagne nel corpo della email (40%), display (32%) pagine Web e banner (48%). Tuttavia, è il fattore meno influente che contribuisce nell’oggetto dell’email (8%), con altri elementi come il linguaggio emotivo (57%) che ispira invece i consumatori a impegnarsi.
  • Il componente descrittiva su prodotti, servizi, sconti e offerte ha l’effetto maggiore sulle prestazioni delle campagne SMS (35 percento). Questo linguaggio contribuisce anche in modo significativo al rendimento delle campagne sul subject di posta elettronica (24 percento), display (20 percento), corpo della mail (17 percento) e Facebook (17 percento), suggerendo che i marketer possono aumentare rapidamente le prestazioni della campagna individuando il linguaggio descrittivo molto probabilmente in risonanza con il loro pubblico.
  • La formattazione dei testi contribuisce a circa la metà (44%) delle performance degli annunci su Facebook e l’emozione contribuisce a un altro 40%. Elementi stilistici come emoji, simboli e immagini, combinati con un linguaggio emotivo, insieme possono aiutare a catturare l’occhio del consumatore in un newsfeed sempre più affollato.

“Le storie sono il tessuto connettivo di tutte le comunicazioni, nel marketing e nella vita”

“L’idea alla base della piattaforma è quella di rendere lo storytelling non solo un elemento di un algoritmo, ma di renderlo l’intera forza trainante. In definitiva, si tratta di rendere la tecnologia più umana. “

Tips da #shoptalk2019

Fonte: Persado at Shop Talk 2019

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...